Sicuramente avrai sentito parlare almeno una volta di “fotografia HDR” o “Bracketing” da un amico o collega fotografo o magari di averli sentiti menzionati in qualche video.

Ma di preciso cosa significa bracketing? come funziona? Che cos’è l’HDR? Quando si usa in fotografia? 

Se ti sei posto almeno una di queste domande, preparati perchè finalmente capirai la differenza tra Bracketing e HDR ed imparerai ad usarle seguendo i nostri suggerimenti.

fotografare in controluce, hdr

Che cos’è  il Bracketing

La parola bracketing in inglese significa “raggruppare”. In fotografia non è nient’altro che una tecnica di scatto in cui il fotografo è chiamato a scattare una sequenza di immagini della stessa scena con:

  • Diversi punti di fuoco (focus staking)
  • Differenti tipi di esposizione (HDR)
  • Scelta di molteplici WB (molto più raro)
  • Bracketing con flash

In Italia questa tecnica è conosciuta anche con il nome di “esposizione a forcella” ed è molto comoda da usare quando i limiti della fotocamera diventano un impedimento nel risultato finale.

Funzione Bracketing nelle fotocamera

Il bracketing può essere fatto sia manualmente che in modo automatico dalla macchina. Nel primo caso sarei tu a dover cambiare i vari parametri della fotocamera (tempi o diaframmi).

Mentre nel secondo sarà sufficiente lasciar far fare tutto al software interno della fotocamera, che scatterà le immagini in sequenza a seconda delle impostazioni.

Importante

Quando vuoi usare il bracketing automatico, ricorda che è molto differente dall’altra funzione HDR automatico che trovi nel menù e tra poco capirai il perchè.

High dinamic Ragne

Che cos’è  la fotografia HDR

Magari l’acronimo HDR può non dirti molto, ma se andiamo a specificare per intero le parole si intuisce subito di cosa stiamo parlando. HDR sta per High Dynamic Range, ossia ampia gamma dinamica.

L’HDR, quindi, è il risultato finale di un bracketing (esposizione a forcella) in cui il fotografo per riuscire a catturare tutta la gamma dinamica della scena, esegue 3 o più scatti con diversa esposizione.

Fotografare controluce

Immagina di voler fotografare un’alba o un tramonto. Solitamente se includi il sole nella tua composizione con un singolo scatto difficilmente riuscirai ad avere tutto correttamente esposto.

Se esponi per le alte luci, avrai le zone d’ombra molto scure. Al contrario, se esponi per le ombre, ti ritroverai con le luci bruciate.

Ma quindi come faccio a recuperare le ombre o le alte luci?

Semplice. Eseguendo una serie di scatti con esposizione variabile che verrano poi montati in fase di sviluppo per ottenere un unico file con la somma delle esposizioni.

Ma entriamo meglio nel dettaglio cercando di capire come si esegue.

Come funziona l’HDR

Poco fa, ti avevo accennato che la fotografia HDR è il risultato di una combinazione di 3 o più immagini riprese con diversa esposizione.

Ma come si ottengono queste diverse esposizioni? Con la tecnica del Bracketing che nella maggior parte dei casi si traduce in:

  • Prima foto esposta correttamente con l’esposimetro sullo 0
  • Seconda foto con esposizione a +1 (Sovraesposto)
  • Terza foto con esposizione a -1 (sottoesposto)

Una volta montati i 3 scatti con uno dei tanti software appositi tipo Photoshop o Lightroom, il risultato che otterrai sarà sorprendente.

Un’unico file RAW che al suo interno possiede le informazioni di tutti e 3 file!

Suggerimento per la fotografia HDR

Dopo aver fatto centinaia di scatti ho capito che conviene molto di più aumentare gli stop tra uno scatto e l’altro di 2.

Questo ti garantirà una copertura maggiore per le alte luci e per le ombre, permettendoti una maggiore flessibilità durante la fase di sviluppo.

Fotografia HDR direttamente in macchina

Le fotocamere moderne oggi consentono di realizzare direttamente in camera lo scatto HDR, facendo risparmiare molto tempo al fotografo. Purtroppo però i risultati finali non sono poi cosi soddisfacenti.

La causa purtroppo è riconducibile ai software interni che elaborano la foto secondo degli standard imposti dalle case produttrici.

Dato che ogni fotografia è diversa da quella precedente, come si può chiedere ad un software, tarato per lavorare su ogni scatto in ugual modo, di ottenere un risultato soddisfacente?

Fotografia HDR, tecnica fotografica, prova

Se ti è piaciuto questo articolo aiutaci a condividerlo con i tuoi amici oppure registrati alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sulle novità dal mondo fotografico.

You May Also Like