Mutevole e mai uguale a se stessa. Ricettacolo di credenze popolari, abitudini e certezze scientifiche, mezza, piena, gigante o no, la luna è stata ed è musa ispiratrice da sempre, dalle poesie alle canzoni. Alla sua eterea bellezza abbiamo dedicato l’articolo di oggi, nel quale troverete tecnica e consigli per imparare a fotografare la luna al meglio.

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

Ecco i 7 suggerimenti utili su come fotografare la luna

1) Obiettivo:

Per fotografare la luna, fortunatamente, non servono obiettivi luminosi e quindi molto costosi; piuttosto sono necessari teleobiettivi di una certa lunghezza focale. Infatti, la luna gioca un ruolo molto particolare quando tentate di fotografarla con focali grandangolari.

L’occhio umano riesce a focalizzarla di una certa dimensione; la prospettiva fotografica, invece, essendo la luna molto distante, fa si che quando la fotografate con un obiettivo con focale corta otterrete un punto bianco all’interno della vostra foto.

Vi suggeriamo, quindi, di utilizzare focali dai 100mm in sù se volete impressionare maggiori dettagli. Se, invece, volete contestualizzare la luna in un paesaggio notturno, vi spiegheremo come fare più avanti nel punto 7.

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

2) Treppiede:

Trovare un punto dove fissare stabilmente la vostra fotocamera è molto importante. Infatti anche se per fotografare la luna non sono necessari tempi di esposizione lunghi (vedi punto 6), il teleobiettivo zoom e gli agenti atmosferici possono rischiare di far venire mossa la vostra foto.

Il treppiede non è indispensabile (potreste trovare anche un punto di appoggio comodo e attivare lo stabilizzatore d’immagine per essere certi di non sbagliare), ma il nostro consiglio, però, rimane sempre quello di utilizzare un buon treppiede, così da permettervi anche di poter sperimentare con doppie esposizioni (vedi punto7).

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

3) Telecomando o scatto ritardato:

Un altro accessorio utile è sicuramente il telecomando. Esso vi permette di scattare foto in totale libertà e sicurezza, senza dover rischiare di toccare la fotocamera e rischiare micro vibrazioni che, come dicevamo poc’anzi, con i teleobiettivi lunghi si notano immediatamente.

Se non possedete uno scatto remoto potete sempre ricorrere a un vecchio trucchetto:

  • impostare lo scatto ritardato

5 o 10 sec sono sufficienti. Cosi, una volta premuto il tasto di scatto per fotografare la luna, la fotocamera avrà il tempo di stabilizzarsi senza provocare vibrazioni sull’immagine.

4) Condizioni meteo e fasi lunari:

  • Prima di ogni fotografia di paesaggio che si rispetti, sarebbe opportuno consultare le condizioni meteo del luogo prescelto per fotografare la luna. Utilizzate applicazioni per smartphone o tablet oppure consultate il sito ilmeteo.it per assicurarvi di non incontrare temporali o cieli molto nuvolosi che possono offuscare la visibilità; anche l’umidità gioca un ruolo fondamentale per la riuscita della fotografia notturna alla luna. Essa infatti può provocare riverberi eccessivi dovuti alla parecchia umidità presente nell’aria.
  • Consultare e imparare le fasi lunari è un ottimo sistema per capire quando ci sarà la luna piena, a che ora sorgerà e quando avverrà il tramonto. Fotografare la luna quando sorge, vuol dire riuscire ad inserirla in fotografie con silhouette oppure capire quando il suo passaggio è più vicino alla terra, così da poterla ammirare più grande. Esiste un sito (qui trovi il link) adatto a tutto questo, potete, inoltre, scegliere luogo e data per capire con precisione ogni dettaglio della fase lunare.

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

5) Composizione:

A meno che non stiate pensando di fotografare esclusivamente la luna, il che risulterebbe monotono dopo solo un paio di scatti, cercate di includere un altro elemento o un bel paesaggio così da dare più forza e maggiore interesse allo scatto. Tenere bene a mente la regola dei terzi è sicuramente utile per ottenere foto di grande effetto, ma non sottovalutate anche la possibilità di rompere gli schemi per ottenere foto semplici e minimali.

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

6) impostazione reflex:

Fotografare la luna non richiede troppa difficoltà. Potete scattare in modalità di priorità di diaframmi, impostando il diaframma intorno agli f/8, regolando gli ISO al minimo e lasciare scegliere alla fotocamera il tempo corretto, oppure, se preferite fare tutto in modalità manuale, ecco alcuni suggerimenti:

  • ISO: mantenete il valore ISO della vostra fotocamera il più basso possibile, un valore tra i 100 e 200 è ottimale.
  • Diaframmi: regolate i diaframmi in base alle vostre esigenze per ottenere una foto alla luna (vedi punto 7). Utilizzare un apertura di f/8 o f/11 è un ottimo compromesso per avere una buona nitidezza. Se avete un buon teleobietivo zoom, ad esempio un 300mm, riuscite a vedere anche qualche cratere.
  • Tempi: se avete impostato la vostra fotocamera in modalità manuale, vedrete che per fotografare la luna serviranno dei tempi relativamente veloci. Intorno al 1/125 sec (ovviamente dipende anche da quanti ISO e da che diaframma avete impostato e dalla luminosità della luna), regolatevi con l’esposizione e considerate di fare dei tentativi anche sottoesponendo di 1 o 2 stop.
  • Messa a fuoco: vi consigliamo di focheggiare a mano; se la vostra fotocamera è ben salda su un cavalletto potrete regolare con molta precisione la messa a fuoco. Infatti, utilizzando il live-view potrete ingrandire l’immagine fino a trovare il fuoco ottimale.
  • Misurazione SPOT: impostate la lettura esposimetrica della vostra fotocamera su “SPOT”, così potrete focalizzare con precisione l’esposizione corretta esclusivamente sulla luna.
  • RAW: non è fondamentale per fotografare la luna, ma vi potrà tornare utile scattare in formato RAW per elaborare i vostri file se ne avete voglia.

7) Doppia esposizione:

Bene, adesso vediamo come realizzare immagini di grande impatto simile a questa:

Fotografare la luna, tecnica fotografica, fotografia di paesaggio

appurato che per ottenere immagini simili è pressoché impossibile con un singolo scatto (la prospettiva della luna, anche se all’occhio umano può risultare più grande, quando si scatta con i grandangoli cambia tutto, ed includere la luna in un paesaggio, senza che sembri un puntino bianco, risulta impossibile), vediamo come fotografare la luna facendo una doppia esposizione.

  • fate una foto esclusivamente alla luna seguendo i consigli forniti fino a qui, utilizzate un obiettivo tele zoom per avere ingrandimenti maggiori.
  • fate una fotografia al paesaggio circostante, utilizzando magari una focale più grandangolare, facendo attenzione ad esporre correttamente la scena.
  • elaborate il file con i programmi di fotoritocco (vedi il tutorial come unire una doppia esposizione).

Se ti è piaciuto questo articolo aiutaci a condividerlo con i tuoi amici 😉

2 Shares:
You May Also Like