workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco workshop fotografia Viaggio Fotografico in Marocco

Viaggio Fotografico in Marocco

Da Marrakech al Sahara attraverso l'Atlante e la Valle del Draa

Il viaggio fotografico in Marocco racchiude tutte le varie ed inaspettate sfumature di questa terra meravigliosa: dalle animate vie di Marrakech ed il suo Souk, passando per le spettacolari catene montuose per poi tuffarsi nei miti e leggende del deserto e le sue oasi, continuando con un’immersione totale tra le fantastiche dune del Deserto e terminando con la bellissima e pittoresca Valle del Ounila.

Prossimi appuntamenti
starstarstarstarstar 0 Recensioni
Prenota ora
Contatta organizzatore
description

Presentazione Viaggio Fotografico

Una Full Immertion dedicata alla più famosa e importante delle quattro città impertiali , Marrakech.

Il nostro viaggio proseguirà tra paesaggi e villaggi del posto, attraversemo le vaste catene montuose dell'Atlante sino alla meta del nostro viaggio il deserto del Sahara. Avremo l'opportunità di godere di tantissimi e variegati scenari fotografici, letterlamente passeremo dalla neve delle alte vette alla sabbia delle dune in pochi km. Il Marocco è unico per questo ! ed è fotograficamente imperdibile per i veri appassionati di viaggi e fotografia. Giunti alla nostra tanto desiderata meta , le dune del Sahara, avremo l'opportunità di sostare qualche giorno in più. Avremo ben due sessioni dedicate alla Via Lattea, il deserto ormai è l'unico luogo al mondo dove poter osservare questi fenomeni senza distrubi , l'esperienza del campo tendato renderà tutto magico . con noi ci sarà una guida italiana nonchè driver di una delle Jeep che ci porterà in giro tra sterrati e fuori pista.

Si Scatterà tanto , sarete accompagnati da due fotografi professionisti in reportage e fotografia paesaggisitca e naturalsitica ,dal reportage al ritratto , le popolazioni berbere e gli incantevoli paesaggi saranno il nostro set ! E poi ancora a caccia di stelle !


Come si svolge un viaggio fotografico paesaggistico ?

    Un viaggio fotografico paesaggistico è un’avventura unica, sarai a contatto con la natura ed i suoi elementi. Andremo alla ricerca dello scatto perfetto e vivremo a pieno la giornata sfruttandola fino in fondo in attesa delle condizioni migliori; Alba e tramonto sono gli orari migliori per scattare. Tutti i docenti hanno grande esperienza su campo e conoscono molto bene le location. Organizziamo tutto, ma il meteo non siamo ancora in grado di comandarlo, per questo i docenti valuteranno la situazione di luce migliore Non è un viaggio turistico. Nessuno ti metterà fretta mentre stai scattando; i docenti e la guida locale saranno al tuo fianco in prima linea per rispondere alle tue domande e aiutarti a cogliere ogni sfumatura di luce. Toccheremo vari temi fotografici dalla street photography, alla fotografia di paesaggio a quella naturalistica, comprenderemo insieme come meglio agire tecnicamente su uno scatto , e in seguito nei momenti di riposo come agire in post produzione . Impareremo insieme regole compositive, tecniche di multi esposizione a gamma dinamica manuale (Metodo Nisida ) , parametri base , e lunghe esposizioni .

    ALCUNE CONSIDERAZIONI:

    Non sei un fotografo esperto? Non c’è problema.

    I nostri viaggi non sono solo per professionisti della fotografia. Per partecipare basta conoscere le più semplici tecniche fotografiche: saper gestire i tempi/diaframmi, impostare la sensibilità ISO adeguata, etc...

    Ai nostri viaggi partecipano persone di ogni età che arrivano da tutta Italia, accomunate dal grande amore per la fotografia, dalla voglia di stare assieme e di divertirsi. Grazie alla passione e al carattere curioso e aperto di chi si iscrive a questi viaggi, si creano sempre gruppi affiatati nonostante le differenze di età, spesso si rimane in contatto.

    I docenti guidano il viaggio con la loro esperienza e prenderanno le decisioni in base alle loro conoscenze del luogo ed il meteo presente.

Prenota ora
chrome_reader_mode

Programma Viaggio Fotografico

Questo è quello che faremo durante il viaggio fotografico

1 Giorno Arrivo a Marrakech

Arrivo in aeroporto e trasferimento in città. Sistemazione In Hotel farah Magreb 4* cena e ritrovo per il briefing di inizio viaggio; a seconda degli orari dei voi vi sarà o meno la possibilità di visitare la piazza di Jamaa el Fna ed infine il meritato riposo in vista del lungo spostamento del giorno successivo.

2 Giorno Marrakech - Passo del Tikcha - Ourzazate - Jbel Sarho - Valle del Draa 260km (6h)

Sveglia di primissima mattina e dopo la colazione , partendo dalla pianura dell’Haouz ove é situata Marrakech, la strada si inerpica progressivamente verso l’alto Atlante lasciandosi alle spalle campagne coltivate e uliveti per addentrarsi nel cuore della grande montagna, culla della cultura berbera. Superato il villaggio di Taddert, una serie di impressionanti tornanti scavati nella roccia conducono al valico del Tichka (2260 mt) attraverso uno dei paesaggi montani piu' imponenti e suggestivi del paese , li sosteremo un po’ dedicando attenzione alla fotografia di paesaggio . Proseguimento per la vicina Ouarzazate, sorta intorno al vecchio villaggio ai margini dell’omonimo oued (fiume) ed all’imponente kasbah Taourirt, bellissimo esempio di costruzione in terra che fu residenza dell’ultimo pascià di Marrakech. Tappa obbligata per chiunque voglia raggiungere il sud marocchino, la sua fondazione moderna nel 1928 fu dovuta alle esigenze coloniali francesi per il controllo strategico della regione. Situata a 1200 mt di altitudine ai piedi dell’alto Atlante nel punto di confluenza tra le valli del Draa e Dades. Da qui era possibile controllare le carovane, che proveniendo dal profondo sahara e da Tombouctou, risalivano la valle del Draa da Zagora verso Marrakech imponendo dazi e tributi sulle mercanzie. Oggi Ouarzazate é un importante polo di produzioni cinematografiche a cui deve parte della sua economia e vanta 2 grandi studi cinematografici ove sono presenti svariati set utilizzati per le riprese di kolossal. Continuazione direzione sud-est attraverso lo spettacolare passo di Tinfitt (1670 mt)attraverso l'arido e pietroso Jbel Sarhro, grande massiccio di formazione vulcanica che da accesso alla sottostante valle del Draa, il fiume piu’ importante del sud del paese, il quale inizialmente nasceva sull’alto Atlante dalla confluenza di diversi fiumi tra i quali il Dades. Oggi, dopo la costruzione del lago artificiale El Mansour Eddahbi nei pressi di Ouarzazate il suo corso geografico inizia li’ e sbocca in oceano Atlantico dopo aver percorso quasi un migliaio di km. E’ visibile lungo i rigogliosi palmeti della sua vallata sino a Zagora, poi dopo aver piegato a sud verso Foum Takkat scompare completamente nelle sabbie del deserto per riapparire dopo 700 km circa, poco prima della sua foce sulla costa Atlantica. Geograficamente a sud esso segna il confine naturale tra la catena montuosa dell’anti Atlante ed i suoi ultimi contrafforti, tra cui il Jbel Bani, e gli immensi hamada (deserto pietroso) del sud. Il Draa segna inoltre da sempre il confine culturale tra le etnie sahariane e le popolazioni stanziali dell’Atlante e delle oasi situate ai piedi delle montagne. Qualche km dopo la cittadina di Agdz che segna l'inizio della valle. Cena e pernottamento in auberge affacciato sul palmeto. Dedicheremo una sessione di scatti al tramonto prima di cena , godendo delle oasi di palmeti che ci circondano.

3 Giorno Agdz - Tamnougalt - Valle del Dra - Zagora - Tamegroute - Mhamid 185km ( 3h)

Si raggiunge Tamnougalt, villaggio ai piedi del Jbel Kissane, montagna dalle forme bizzarre che assume colori incredibili con la luce del tardo pomeriggio.I resti dell’imponente kasbah dominano gran parte della zona e il magnifico ed enorme ksour, oggi in rovina ma ancora parzialmente abitato, riflette genuinamente il microcosmo di vita sociale dell'oasi. Notevole é l' imponente e austera facciata del vecchio palazzo caidale che si affaccia sull’oasi. Sono ancora visibili i resti degli antichi caravanserragli, del quartiere ebraico e dei numerosi cortili interni alle kasbe. Fu inoltre importante centro religioso che attirava studiosi da molto lontano per la rinomata scuola coranica. Proseguimento lungo la strada principale della valle sino a Zagora, città di fondazione coloniale come testimoniano l’ampio viale centrale e le moderne abitazioni.

Breve tour orientativo della città con visita del mercato centrale, qui con particolare attenzione alla street photography ci si potrà immergere a pieno tra gli usi e costumi locali. Proseguimento per il vicino villaggio di Tamegroute, centro religioso che fu di rilevante importanza a partire dal XVII secolo dopo la fondazione di una scuola coranica divenuta col tempo una delle piu’ importanti del nord Africa occidentale. Visita della biblioteca privata che conserva migliaia di antichi testi e trattati manoscritti, alcuni dei quali miniati in oro su pelli di gazzella. Si visita inoltre uno degli atelier di ceramiche tipiche del luogo e colorate con ossidi naturali.

prodotte artigianalmente con metodi arcaici da alcune famiglie di origine maliana stabilitesi qui 4 secoli fa.

Dopo aver scavalcato il Jbel Bani si apre il grande Sahara e si raggiungono Oulad Driss e Mhamid, villaggio di frontiera ed ex avamposto militare invaso dalle sabbie ai margini dell’erg Zaher.

Pranzo Libero cena e pernottamento in Auberge.

4 Giorno Mhamid - Oasi di Oum Laagh - Erg Chgaga 60km (3 h) di Pista + 185km ( 3h )

Inizio del tratto sahariano in fuoristrada su piste desertiche. Inizialmente si percorre un tratto sabbioso ai margini del grande oued Draa tra acacie e tamerici. L'ipotetico confine Algerino é solamente a una decina di km sull'altra sponda dell'oued. Si prosegue in seguito attraverso l'altopiano desertico (hammada) per la piccola oasi di Oum Laàgh considerata sacra dalle popolazioni della regione per la presenza costante di acqua e situata ai piedi del Jbel Bani. Dirigendosi piu' a sud, in seguito all'orizzonte apparirà progressivamente come per miraggio l'erg di Chgaga e le sue imponenti e magnifiche grandi dune. Attraversamento della sua dayat (lago alluvionale)che in primavera rappresenta un'ottimo pascolo di rucola selvatica per le grandi mandrie di dromedari e capre della regione e raggiungimento del campo tendato situato ai piedi di grandi dune. Cena e pernottamento in campo tendato comfort. Qui ci prepareremo alla via lattea , e alla sessione di fotografia notturna .

5 Giorno : Er Chgaga e Regione Sahariana

Il Campo Tendato

Il campo tendato é una struttura permanente installato ai piedi digrandi dune all'interno dell'erg. Le tende (mt 4 x 3 x 2,5) sono a

doppio rivestimento con stuoie e tappeti al suolo ed includono i servizi igienici privati all'interno della tenda stessa (toilette, doccia e

lavabo con specchio, e acqua calda a disposizione grazie a pannelli solari).E' adibita con un grande letto matrimoniale dotato di vera

branda, lenzuola, cuscini e coperte adeguate per notti piu' fredde; tavolini bassi con funzione di comodini, e illuminazione elettrica a

12V oltre che le classiche lanterne a candela. La ristorazione (collettiva) avviene all'interno di una grande tenda

caidale allestita con tavoli e sedie, stoviglie di buona qualità, tappeti al suolo.

I pasti vengono preparati in loco al momento dal personalecome residenza estiva. del campo con ingredienti freschi trasportati il giorno stesso.

Notevoli i soffitti in cedro dell'atlante finemente intarsiati e i pavimenti in marmo di Carrara.

Acqua,bevande fresche, vino ed alcoolici sono disponibili. Personale del campo sempre a disposizione per le vostra richieste.

Su richiesta é possibile avere dei dromedari per una passeggiata sulle dune.

6 Giorno Er Chgaga - Iriqui - Foum Zguid - Tazenakht - Ait Ben Haddou 90km Piste Sahariane + 160km (3h)

Dopo aver vissuto la nostra notte di stelle , dedichiamo la nostra attenzione all’alba e alla relativa sessione fotografica dedicata alla dune dell’erg, si lascia il campo e la straordinaria dimensione desertica dell'erg. Si prosegue per qualche decina di km sulle sabbie di un bellissimo e grande oued ricco di tamerici ed euforbie per sboccare nella grande piana alluvionale perfettamente piatta di Iriqui che verrà attraversata completamente in direzione di Foum Zguid. Foum, che in arabo significa bocca, é il passaggio obbligato tra le montagne scavato attraverso il tempo dalle erosioni e dall’acqua del fiume Zguid che si disperde a sud nel deserto.

PRANZO LIBERO A FOUM ZGUID.

In seguito su strada asfaltata, si attraversa l'anti Atlante punteggiato da piccole oasi e villaggi disseminati lungo il corso dell’oued Zguid e dopo il passo di Timlaine (1680 mt) si raggiunge Tazenakht, anonima cittadina nota per la produzione di tappeti berberi posta ai margini del Jbel Siroua, altro grande massiccio di formazione vulcanica che precede il grande Atlas. Proseguimento per Ait Ben Haddou per la visita del magnifico ksour (villaggio fortificato costituito da un’insieme di kasbah)uno tra i piu’ belli e meglio conservati del Marocco, oggi patrimonio mondiale dell’umanità e reso celebre dagli innumerevoli kolossal cinematografici girati in loco, tra i quali ricordiamo Il Thé nel Deserto, La Bibbia, Il Gladiatore, Il gioello del Nilo, il principe delle sabbie, ecc.

Cena e pernottamento in kasbah a Ait Ben Haddou.

7 Giorno Ait Ben Haddou - Valle Ounila - Telouet - Passo del Tickha 180km ( 5h )

Il percorso prosegue in quota lungo la bellissima e pittoresca valle dell’Ounila punteggiata di villaggi berberi costruiti in terra e conosciuta col nome della "via del sale" poiché fu percorsa per secoli dalle carovane provenienti dal sud in direzione Marrakech prima della costruzione della moderna strada che attraversa l’alto Atlante da Marrakech a Ouarzazate. Poco prima di Telouet si effettua una breve deviazione per visitare la miniera di salgemma di colore rosa dovuta alla percentuale di ferro situata all’interno di un’enorme grotta, dove il sale viene ancora strappato dalle viscere della montagna con sistemi arcaici.

Subito dopo sosta a Telouet, villaggio situato a 2000 mt ove si visiterà la magnifica kasbah parzialmente in rovina appartenuta all'ultimo califfo di Marrakech che la utilizzava come residenza estiva. Notevoli i soffitti in cedro dell’atlante finemente intarsiati e i pavimenti in marmo di Carrara.

Qualche decina di Km dopo,raggiunta la strada principale, attraverso il valico del Tickha già parzialmente percorso in andata, si ritorna a Marrakech, con arrivo previsto a metà pomeriggio. Dedicheremo le ultime ore rimaste prima del volo alla visita del coloratissimo ed animato Souk, una serie di intricati vicoli dove troveremo migliaia di bancarelle con prodotti di ogni tipo, dall'artigianato alle numerose spezie aromatiche. Perdersi è facile, ma le indicazioni verso la Piazza di Jamaa el Fna le avrete sempre alla vostra portata in ogni vicolo e potrete dunque fare ritorno senza alcun problema. Ci ritroveremo per cena in piazza Jamaa el Fna saremo ospiti di un ristorante italiano che gode di una splendida vista della piazza e dove potremmo salutarci (fotograficamente parlando anzi scattando ) dedicando delle foto al tramonto e all’ora blu davvero imperdibile e suggestiva.

Pranzo libero all'arrivo a Marrakech, fine servizio 4x4. Pernottamento B&B in hotel

8 Giorno Rientro in Italia

Rientro in Italia e trasferimento in aeroporto in tempo utile ( 3 ore prima del volo) a seconda degli orari dei voli, le nostre guide ci accompagneranno in aeroporto per fare ritorno in Italia, carichi di ricordi, stanchi, ma emozionati per aver vissuto un'avventura tra le infinite e variegate bellezze del Marocco, una terra inaspettata e affascinante semplicemente da fotografare !

map

Mappa Programma

supervisor_account

I tour leader


La fotografia non ha età , la passione non ha confini , proprio come il concetto di viaggio . Noi di Nisida questo lo sappiamo bene , i nostri viaggi partono dallo stesso concetto di passione , costruiamo un viaggio come se fosse il nostro . Unico , diverso ,dove le nostre fotografie siano racconti di viaggio i racconti del nostro viaggio . Ogni destinazione è studiata per stimolare vari spunti fotografici anche ai meno esperti e meno patiti potrà piacere questo genere di avventura . Nisida Photo Travel mette al primo posto la natura , crediamo che sia fondamentale scegliere location lontane dalle tracce turistiche , ci spingiamo oltre , dove una fotografia possa essere davvero una testimonianza di qualcosa di diverso , qualcosa che non avete mai visto prima . Due fotografi professionisti e guide esperte per ogni location saranno i vostri accompagnatori , pronti a trasportarvi nelle esperienze dei nostri photo travel . Dal Perù , al deserto del Sahara passando nella fredda Lapponia . Dai un occhio alle nostre destinazioni , i nostri programmi su www.nisidastudio.comAntonio Sementa Photographer Journalist
add_shopping_cart

Date Sessioni e Prezzi

Non puoi partecipare in queste date? Iscriviti subito alla lista d'attesa per essere avvisato per primo quando ci saranno nuove date disponibili.
question_answer

Domande Frequenti

Di seguito puoi trovare le domande e le risposte frequenti. Se hai altre domande puoi contattare l'organizzatore da qui

  • Cosa è incluso ? keyboard_arrow_down

    - Quota iscrizione;

    - Corso fotografico (lezioni teoriche, lezioni pratiche sul campo, consigli e commenti sulle foto realizzate, nozioni post produzione);

    - Tutoring post-workshop per valutare i risultati raggiunti ;

    - 20% di sconto su tutti I workshop e Photo Travel Nisida Studio Photography ; Sconto del 10% sulle stampe fotografiche presso Nisida Studio Photography; Trasporti privati: (autisti parlante francese o inglese / carburante incluso):

    - Transfert A/R aeroporto Marrakech/Hotel con minibus

    - Jeep 4x4 Toyota Land Cruiser Prado TX (3 persone + autista a veicolo) dal 22 al 27/03 incluso (06 giorni di servizio)

    - Guida parlante italiano durante il tour;

    - Pernottamenti :5/6 camere standard/(opzionate 01 DBL + 05 twin)

    - Marrakech: Hotel Farah Maghreb 4*/B&B

    - Agdz : kasbah DAR AMAZIR /HB

    - Mhamid: Kasbah Sahara Service /HB

    -Erg Chigaga: campo tendato comfort /HB & FB (02 notti) -Ait Ben Haddou: kasbah RAYANE/HB

    -Marrakech: Hotel Farah Maghreb 4*/B&B (possibilità di riads in supplemento/secondo riad prescelto) Varie: pranzo in campo tendato il 25/03 (bevande escluse)

    - Escursione in dromedario;

    - SUPPL. CAMERA /TENDA SINGOLA = 205,00 €

  • Cosa non è incluso ? keyboard_arrow_down

    - vettori aerei assicurazione annullamento viaggio

    - assicurazioni sanitarie e di rimpatrio assicurazione bagaglio

    - bevande ai pasti ove previsti

    - pasti non indicati

    - visite locali guidate

    - ingressi monumenti e siti (pubblici o privati)

    - guida accompagnatore in tour

    mance

    - extra-spese di carattere personale

    tutto cio’ non specificatamente indicato nel programma

  • Alcune informazioni pratiche keyboard_arrow_down

    IL MAROCCO È UN PAESE DALLA CULTURA ED USANZE DIFFERENTI DALLE NOSTRE, QUINDI È BENE AVERE PIÙ INFORMAZIONI POSSIBILI PER AFFRONTARE AL MEGLIO ED IN TUTTA SERENITÀ IL VIAGGIO:

    Non siamo nel paese dell’Isis, tranquilli, molta gente è terrorizzata da questo, ma il Marocco è il paese Islamico più liberale ed aperto alle varie culture; è possibile girarlo in totale libertà e la gentilezza gioca un ruolo fondamentale per interagire con gli abitanti del luogo.
    Prestare attenzione alla propria attrezzatura o valori, soprattutto nei grandi centri abitati; il pericolo in ogni caso è equivalente ad una visita in una città Italiana.

    Scattare foto ai Marocchini equivale a “rubargli l’anima”, quindi è sempre bene chiedere prima di scattare, evitando qualche insulto verbale; più andremo a sud, più questa credenza si rafforzerà.
    I Marocchini sono venditori nati, quindi a Marrakech cercheranno di venderci ogni cosa; se non volete essere disturbati dovrete essere gentili, ma diretti, soprattutto presso la piazza di Jemaa el Fna.
    Contrattare è un’usanza del luogo, se volete acquistare qualche ricordo non fermatevi al primo prezzo proposto.
    Il Marocco non è piccolo, anzi, è decisamente vasto, quindi vi saranno lunghi spostamenti in auto, di conseguenza non potremo fermarci ad ogni particolare interessante che osserveremo, ma solamente presso le mete stabilite e qualche fermata “bonus” se la situazione merita di essere immortalata.

  • Documenti Necessari keyboard_arrow_down

    Per viaggiare in Marocco e’ obbligatorio il passaporto valido per l’espatrio.

  • Come vestirsi ? keyboard_arrow_down

    Abituati a conoscere una terra arida e calda, il Marocco primaverile presenta invece un clima piacevole, a tratti fresco, quindi di giorno non passeremo mai i 25/30°; Quelli che spesso coglie impreparati la maggior parte dei turisti è la forte escursione termica tra il giorno e la notte, la quale presenta temperature a volte vicine allo zero nelle zone desertiche (tra gli 8 e i 10° per il resto del viaggio). E’ bene munirsi di un abbigliamento a cipolla, compreso un anti-pioggia (vista la stagione invernale è possibile qualche rovescio).

    Di fondamentale importanza, se non d’obbligo, è un copricapo per il sole soprattutto nel deserto.

  • Moneta keyboard_arrow_down

    La moneta ufficiale del Marocco è il “Dirham”; 1Euro equivale a 10,74 Dirham. Il cambio è possibile effettuarlo presso l’aeroporto di Marrakech, dopo i controlli passaporto. Consigliamo il cambio dei contanti, visto che il metodo di pagamento tramite carta di credito o bancomat è abbastanza scarso, se non nelle strutture più turistiche.

  • Fuso Orario keyboard_arrow_down

    Il fuso orario in Marocco è indietro di un’ora rispetto all’Italia.

  • Presa della corrente keyboard_arrow_down

    In Marocco lo standard è di 220 V per una frequenza di 50 Hz. Per chi viene dall’Italia in Marocco non occorrono adattatori se utilizza spine senza la presa a terra (cioè a due e non a tre) come, ad esempio quelle della spina di un caricabatterie di cellulare. Se invece si devono utilizzare delle spine italiane con presa a terra (denominate “spine tipo L”), allora bisogna procurarsi un adattatore.

  • Cosa mettere in valigia ? keyboard_arrow_down

    - Abbigliamento a cipolla per temperature da 8° a 30° circa;

    - Calzini;

    - Intimo termico per la notte nel deserto;
    - Una giacca per il fresco del tramonto;
    - Cuffia e copricollo;
    - Guscio antipioggia, meglio stile giacca piuttosto che poncho;

    - Scarpe da trekking o ginnastica. Igiene personale e medicinali; Carica Cellulare

    - Pc portatile per selezionare gli scatti
    - Passaporto in corso di validità;
    - Soldi contanti da ritirare all’arrivo in aeroporto e bancomat o carta di credito attivati per prelievo pagamento all’estero;
    - Crema solare;
    - Cappellino o copricapo;
    - Cavalletto: è importantissimo posizionarlo nella valigia da stiva, il rischio dell’imbarco in cabina con bagaglio a mano è la requisizione al momento dell’imbarco valigia.

    IL DRONE è ASSOLUTAMENTE VIETATO IN MAROCCO .

  • Attrezzatura Necessaria keyboard_arrow_down

    - Fotocamera reflex o mirrorless di ogni marca e qualità;

    - Obiettivi che vanno dal grandangolo al teleobiettivo, visto la varietà di dettagli e paesaggi.

      - Polarizzatore;Filtri ND consigliati, non obbligatori;
      - Treppiede;
      - Kit pulizia lenti e filtri;
      - Zaino fotografico con copertura impermeabile;
      - Schede di memoria;Batterie e carica batterie;
      - Torcia frontale;

  • Attrezzatura Docente keyboard_arrow_down

    - 2 Corpi macchina

    - 4 batterie / Carica batterie

    - 11-16 mm

    - 10-22mm

    - 100-400 mm

    - Filtro Polarizzatore

    - Filtri ND Filtri Natural Light

  • Manca qualcosa alla tua attrezzatura ? keyboard_arrow_down

    Su richiesta Nisida mette a disposizione parte della propria attrezzatura . (numero limitato )

  • Possono partecipare solo appassionati fotografi ? keyboard_arrow_down

    Questi tipi di viaggi sono definiti “special interest holiday“, ed è una forma di vacanza creata su misura partendo da un interesse particolare e molto specifico come in questo caso la fotografia . Viviamo in un momento storico in cui l’immagine è intesa come esperienza sensoriale, creando veri e propri percorsi visivi ed emozionali che fanno scoprire le destinazioni scelte con prospettive diverse. E’ letteralmente una nuova esperienza di viaggio , estremamente consigliata non solo a chi ama la fotografia.

  • Quante persone compongono il gruppo di viaggio ? keyboard_arrow_down

    Da un minimo di 6 persone ad un massimo di 10 persone.

  • Info e Contatti keyboard_arrow_down

    Per informazioni dettagliate sul programma o qualsiasi altra precisazione sulle prenotazioni scrivete a info@nisidastudio.com

    Inoltre ti ricordiamo le riservazioni verranno effettuate solamente in seguito alla conferma accompagnata da acconto bancario, direttamente sul sito WeShoot o inviando una mail a info@nisidastudio.com , con relativa copia bancaria attestante il bonifico avvenuto.

send

Contatta organizzatore

Contatta direttamente l'organizzatore del viaggio per ulteriori dettagli su questo viaggio fotografico.

account_circle
email
mode_edit
grade

Recensioni Partecipanti

Non abbiamo ancora recensioni per questo viaggio

Viaggio Fotografico in Marocco

Da Marrakech al Sahara attraverso l'Atlante e la Valle del Draa

Il viaggio fotografico in Marocco racchiude tutte le varie ed inaspettate sfumature di questa terra meravigliosa: dalle animate vie di Marrakech ed il suo Souk, passando per le spettacolari catene montuose per poi tuffarsi nei miti e leggende del deserto e le sue oasi, continuando con un’immersione totale tra le fantastiche dune del Deserto e terminando con la bellissima e pittoresca Valle del Ounila.

Prossimi appuntamenti
star star star star star 0 Recensioni
Prenota Contatta