Le vacanze estive ormai sono alle porte, ma anche chi ama viaggiare durante l’anno, sa benissimo che l’estate non è l’unica stagione per partire e scoprire nuovi luoghi e culture. Il fotografo che ama viaggiare è sempre pronto. Ogni momento è buono per prepararsi e partire per un lungo viaggio, alla ricerca di foto incredibili. Questa mini guida vuole consigliare a chi si avvicina a questo genere fotografico per le prime volte e non sa come organizzarsi per portare a casa gli scatti migliori. Ecco 10 consigli per fotografare in viaggio che, se rispettati, possono fare la differenza.

Fotografare in viaggio, tecniche fotografiche

Fotografare in viaggio: 10 consigli utili

CONTINUA A LEGGERE

1) ORGANIZZATI:

Quando si parte per un lungo viaggio, la prima cosa che un buon fotografo deve considerare di fare è organizzarsi e pianificarsi viaggio e luoghi che dovrà visitare. Acquista delle guide o qualcosa di simile per assicurarti di comprendere innanzi tutto le leggi e i divieti del posto, poi, per progettare il tuo viaggio fotografico è indispensabile avere un piano sui luoghi da visitare e quando visitarli! Non scordare infatti che per ottenere i risultati migliori è bene conoscere orari e posizione del sole di dove sorgerà o tramonterà, così da catturare la luce migliore. Pianificarsi in anticipo il percorso da seguire, magari anche prenotando guide fotografiche è un ottimo metodo per non rischiare di tornare a casa senza aver visitato i posti più caratteristici.

Fotografare in viaggio, tecniche fotografiche

2) COSA PORTO?

Fotografare in viaggio non è sempre cosa facile. Infatti, quando organizziamo un uscita fotografica è abitudine portarsi dietro tutta l’attrezzatura. Purtroppo però, nei viaggi non è sempre possibile. Oltre al peso, c’è da considerare anche l’ingombro che i vari oggetti fotografici costituiscono. Per questo motivo ti consigliamo di ponderare bene cosa portarti dietro nella borsa fotografica. Se hai una lente tuttofare, ad esempio un 18-200mm o un 24-105mm, sicuramente è il modo più comodo, leggero e meno ingombrante di viaggiare; al contrario, se possiedi parecchi obiettivi fissi, che coprono un buon range focale, ad esempio un 20mm, 50mm, 85mm, avrai a tua disposizione un corredo molto leggero, compatto e probabilmente luminoso per fotografare in totale serenità anche quando le condizioni di luce sono scarse (leggi il nostro articolo su come fotografare in luce scarsa). Valuta anche cosa andrai a fotografare. Se ad esempio sei un paesaggista prediligerai obiettivi grandangolari, se invece, hai intenzione di fotografare gli abitanti del luogo, considera un obiettivo di ritratto. Insomma, come vedi hai infinite possibilità di vagliare bene cosa portarti dietro, valuta quali sono i tuoi obiettivi del viaggio fotografico e non portarti dietro attrezzatura inutile.

Fotografare in viaggio, tecniche fotografiche

3) NON SCATTARE MILLE FOTO

Qualità e non quantità! Ebbene si, anche se con le fotocamere digitali e le super schede di memoria possiamo scattare migliaia di fotografie, sarebbe un bene per noi, ma anche per chi in futuro dovrà guardarle, di non fare 15 scatti dello stesso soggetto ripreso in diverse posizioni, oppure, di fotografare ogni minima cosa. Piuttosto, cerca di scattare solo a ciò che conta, qualcosa che possa descrivere o raccontare il tuo viaggio e le tue emozioni. Questo è anche un buon esercizio per imparare a darsi un tema e creare un proprio progetto fotografico (ecco 6 esercizi fotografici da fare quotidianamente).

Fotografare in viaggio, tecniche fotografiche

4) CURA LA COMPOSIZIONE

Banale ma non scontato. Infatti, è vero che sicuramente sei un tipo che cura sempre l’aspetto compositivo, ma è anche vero che quando si va in vacanza può capitare che la fretta, l’eccitazione o il poco tempo a disposizione portino a orizzonti storti, inquadrature centrali, mani o piedi tagliati, foto esposte male, sfondi confusionari insomma, un disastro. Purtroppo per risolvere questi problemi non c’è una vera e propria soluzione (oltre che alla post-produzione), però, con il tempo e l’esperienza vedrai che questi errori scompariranno se ti imporrai di starci attento (andrebbe fatto sempre in verità :P).

5) ABBI RISPETTO

Quando sei in viaggio in un paese estero è importante rispettare e comportarsi educatamente con tutti, soprattutto se sei un amante della fotografia di ritratto o street. Essere fotografati da sconosciuti non a tutti piace. Sarebbe opportuno, piuttosto, instaurare un dialogo con l’interessato e magari chiedere gentilmente se si può far fare due fotografie. Vedrai che, se sei stato simpatico e hai magari spiegato il tuo progetto fotografico, il soggetto sarà molto felice di concederti qualche posa e magari darti anche qualche suggerimento su dove scattare belle fotografie. Se, al contrario, ti piace immortalare chiese e architetture, assicurati di non disturbare il traffico o infrangere le regole del posto.

Fotografare in viaggio, tecniche fotografiche

6) SCATTA IN FORMATO RAW

Non è un obbligo, specie se non ti piace poi smanettare con i programmi di fotoritocco, però scattare in formato RAW a dispetto del JPG (guarda qui le differenze tra RAW e JPG) è sicuramente una scelta che può ritornarti utile. Un file RAW è un file grezzo nel quale vengono immagazzinate più informazioni possibili e questo è un ottimo vantaggio quando vorrai recuperare difetti o modificare le tue immagini. Inoltre, assicurati di scattare alla massima risoluzione, così da avere degli ottimi file per la stampa finale.

RAW o JPG, scuola fotografia, tecnica fotografica, fotografare in viaggio

7) GUARDATI INOTRNO E SII CURIOSO

Quando si va in vacanza, uno degli errori più comuni in cui si può cadere, è quello di ritrovarsi a fotografare le stesse cose che troviamo nelle cartoline. Quindi, a meno che non stai pensando a risparmiare sull’acquisto di cartoline, facendotele da te (in effetti è un ottima idea :D), impara a guardarti intorno, a cercare scorci nuovi, nuove inquadrature e soprattutto sii curioso! Le foto più belle sono quelle che raccontano un viaggio e no che mostrano solo il paesaggio.

8) SFRUTTA LA LUCE

Fotografare in viaggio molto probabilmente si traduce a dover scattare fotografie nelle ore dove la luce è dura e perpendicolare. Sappiamo tutti che la luce migliore si ha la mattina presto e verso il tramonto, ma purtroppo a volte dobbiamo accontentarci. Cerca di sfruttare a tuo vantaggio la luce dura, magari utilizzandola per enfatizzare i colori (saranno molto più saturi), oppure, per giocare con luci ed ombre.

9) SELEZIONA LE FOTO MIGLIORI

Di sicuro rispettare il punto 3, almeno agli inizi, non è poi così facile. Per questo, mentre sistemi e riguardi le foto, è un buon compito quello di scegliere e selezionare solo gli scatti migliori. Scarta le foto “doppioni” anche se le hai riprese da diversi punti differenti di vista, fai una cernita e organizza le foto della vacanza in modo che raccontino il luogo, la cultura e gli abitanti del posto.

10) CREA UNA RACCOLTA O PRESENTAZIONE

Forse non lo sai, ma con Lightroom puoi organizzare e creare delle bellissime raccolte con tutte le tue immagini preferite e più significative della vacanza fotografica. Se non sai come fare, ti invitiamo a guardare questo video tutorial che abbiamo fatto, così potrai mostrare a tutti i tuoi splendidi ricordi o divertirti a creare presentazioni con effetti e didascalie incredibili.

INFINE…

La cosa migliore che puoi fare per sperimentare e imparare più facilmente a scattare delle bellissime fotografie è quella di partecipare ad un viaggio fotografico di gruppo o meglio ancora un workshop di fotografia. Infatti partecipare a questi eventi aiuta ad approfondire tante tematiche e scoprire dai fotografi più esperti le tecniche che si celano dietro ad ogni scatto.

Le raccolte di Lightroom, tutorial Lightroom, fotoritocco, fotografare in viaggio

Se ti è piaciuto questo articolo su “fotografare in viaggio” aiutaci a condividerlo con i tuoi amici, oppure, registrati alla Newsletter per ricevere tutte le novità dal mondo della fotografia.

0 Shares:
You May Also Like