Come fotografare le scie luminose, tecnica fotografica

Le scie luminose avranno colpito o incuriosito un po’ tutti i fotografi e un po’ tutti almeno una volta nella vita ci abbiamo provato a immortalare quelle scie luminose che sembrano serpentoni colorati. Alla fine dopo qualche tentativo si riesce anche a vedere qualche risultato, ma come fotografare le scie luminose e non essere banali con una semplice foto a una macchina?

Ecco 6 consigli pratici su come fotografare le scie luminose

1) Treppiede e grandangolo:

Sembrerà banale, ma avere un buon treppiede è sempre buona regola quando si vogliono fare fotografie con lunga esposizione; una minima vibrazione, dovuta al vento o altre circostanze, potrebbe compromettere il risultato finale della tua foto. Consigliamo un grandangolo perché, come vedremo nel punto 2, le scie luminose funzioneranno meglio se messe in un contesto della scena.

2) Tecnica:

Se non sai come fotografare le scie luminose, ti suggeriamo di procedere in questo modo:

  • priorità di tempi o manuale: imposta la tua fotocamera in una di queste modalità di scatto, così da poter gestire manualmente i tempi; fai delle prove per capire quale sia il tempo necessaro per impressionare la scia luminosa (ad esempio se è una strada, contate quanti secondi la macchina impiega a percorrerla tutta e impostate i tempi su quella quantità di secondi).
  • Matrix o valutativa: imposta la lettura esposimetrica in matrix (o valutativa), in modo tale che la tua machina fotografica faccia una media su più zone, restituendo un buon compromesso.
  • Scatta in RAW:  nella maggior parte delle fotografie ti troverai davanti a situazioni di luce scarsa oppure con parecchie zone scure, consigliamo, quindi, di impostare il formato RAW, così da poterti garantire un buon file da poter elaborare e recuperare ove necessario.

3) Inquadratura:

Trova inquadrature dall’alto dove grandi diramazioni di strade portano alla città, così da riempire il paesaggio urbano notturno alle scie luminose; oppure in montagna, dove le strade buie con molti tornanti possono creare fasci di luce e portare l’occhio dell’osservatore a una vallata o verso l’orizzonte.

4) Angolazione:

Oppure immergiti nella città e abbassa l’inquadratura ad altezza auto o addirittura estremizzando al massimo posizionandoti proprio a terra (fate sempre molta attenzione); fai in modo che le scie luminose creino punti di fuga cambiando angolazione e punto di ripresa o che fungano da “movimento e traffico urbano” se state fotografando un monumento.

5) Crea tu le tue scie luminose:

Come fotografare le scie luminose se non ci sono? Crea, inventa, al giorno d’oggi esistono potenti torce led a basso costo, che oltre a tornarci utili nelle nostre uscite fotografiche notturne, possono servire per fare sentieri luminosi, scritte o illuminare oggetti (light paint); utilizzate la vostra auto per percorrere e illuminare la strada, sia in salita che in discesa così da avere sia luci bianche che le luci rosse degli stop.

6) Sperimenta:

Ogni fonte luminosa che si muove può essere, anzi deve essere fonte di ispirazione e di prova; un treno, una giostra che gira, le barche nei canali, i fuochi d’artificio, anche la semplice luce del cellulare si può rivelare uno strumento utile.

Abbiamo visto 6 consigli su come fotografare le scie luminose, se vuoi approfondire altri argomenti sulla fotografia iscriviti alla nostra Newsletter oppure aiutaci a condividere con i tuoi amici questi contenuti.

0 Shares:
You May Also Like