Si, non sei il solo ad aver fatto questa ricerca. Se sei arrivato qui è perché ti occupi di fotografia e da un po’ di tempo a questa parte hai iniziato a sentire questa strana parola, questo nuovo acronimo: NFT. 

E soprattutto hai sentito dire che NFT equivale a ottimi guadagni online attraverso la vendita delle foto. 

Va bene, cerchiamo di capire bene prima cosa sono gli NFT e cosa bisogna fare per entrare in questo mondo e vendere foto NFT.

cosa sono Non Fungible Token

NFT: cosa sono

Prima di tutto, parliamo del clamore che si è creato intorno agli NFT.

Sembra che gli NFT abbiano fatto il loro ingresso nel mercato mainstream attraverso l’arte e quindi la prima domanda che nasce spontanea è:

perché qualcuno dovrebbe spendere dei soldi per acquistare arte digitale quando è possibile acquistare un’opera d’arte tangibile?

Se ci spostiamo sul mondo dei social e della condivisione questo aspetto diventa un po’ più chiaro.

Siamo sui social per far vedere cosa siamo, cosa facciamo, cosa indossiamo, per dire qualcosa su di noi. E tutti possono vederlo.

NFT porta questa cosa ad un livello superiore perchè da la possibilità di verificare che sei il “proprietario” di alcune cose/caratteristiche.

Definizione NFT

Parto dalla definizione, ma vorrei sviluppare questo articolo dando più informazioni pratiche possibili per aiutarti a capire questo nuovo mondo della vendita online di arte digitale.

Cercherò di non dilungarmi troppo sui tecnicismi e passerò velocemente a informazioni pratiche.

NFT è un acronimo inglese delle parole Non Fungible Token.

Ah bellissimo, avevi detto che mi facevi capire, ma continua a non essere chiaro. “Non fungibile” più o meno significa che è unico e non può essere sostituito con qualcos’altro.

Esempio:

un bitcoin è fungibile perchè se ne scambi uno con un altro bitcoin avrai esattamente la stessa cosa.

Se invece cercassi di scambiare una carta collezionabile con una carta diversa, avresti qualcosa di diverso.

In pratica l’NFT è un codice digitale univoco che rappresenta una sorta di oggetto digitale. 

Gli NFT possono essere davvero qualsiasi cosa digitale (come disegni, musica o le tue fotografie di paesaggio), ma gran parte dell’entusiasmo attuale riguarda l’utilizzo della tecnologia per vendere arte digitale.

Si, ma fammi un esempio così capisco subito.

Mettiamo da parte per un secondo l’arte e tutto quello che può essere considerato NFT. L’NFT è un nuovo modo di vedere la proprietà. Di fatto, come dice anche Marco Montemagno, l’NFT è un contratto.

Un contratto tra te e la tua community e garantisce a chi ce l’ha dei diritti.

Tutto quello che devi fare è far diventare la tua arte un NFT, ovvero un oggetto digitale “collezionabile”.

Di cosa avrai bisogno per iniziare a vedere foto NFT

Sia che tu voglia semplicemente dilettarti nei mercati NFT o pianificare di codificare, compilare e distribuire un tuo contratto intelligente NFT personalizzato, avrai bisogno di due elementi chiave:

  • Un portafoglio MetaMask, che puoi scaricare su https://metamask.io
  • Ether, la “valuta” di cui avrai bisogno per effettuare transazioni. Puoi ottenere Ether da criptovalute popolari come Binance, accessibile su binance.com

I 10 mercati per vendere foto NFT

Per avere un’idea del panorama NFT, dai un’occhiata ai seguenti mercati:

mercati digitali NFT

Casi d’uso NFT popolari

I casi d’uso per gli NFT abbondano e l’economia dei creatori ha rapidamente abbracciato questo metodo per garantire la provenienza digitale. Ecco alcuni esempi popolari:

  • Arte digitale: questa categoria ha goduto di alcuni dei prezzi di vendita più alti e rappresenta anche il primo caso d’uso NFT. Ora esistono molte piattaforme per consentire a chiunque di coniare un NFT della propria arte digitale.
  • Articoli da collezione sportivi: i collezionabili, in quanto NFT rappresentano l’analogo digitale, ad esempio, delle tradizionali figurine di baseball e di altri cimeli sportivi.
  • Risorse di gioco. Le risorse di gioco (come terre, skin e personaggi digitali) sono una combinazione perfetta per gli NFT, avendo il volume di vendite più alto di qualsiasi altro segmento sotto l’ombrello dei collezionabili digitali.
  • Musica. Gli artisti possono ora tokenizzare la loro musica per la distribuzione diretta ai fan. In molti casi, i fan possono ricevere contenuti esclusivi e artwork che non possono essere trovati da nessun’altra parte. 

Cosa vale la pena ritirare al supermercato degli NFT?

Gli NFT possono essere davvero qualsiasi cosa digitale (come disegni, musica, il tuo cervello scaricato e trasformato in un’IA), ma gran parte dell’entusiasmo attuale riguarda l’utilizzo della tecnologia per vendere arte digitale, ossia vendere foto, le tue foto.

Ma davvero tutto questo diventerà come il collezionismo d’arte?

Sono sicuro che alcune persone lo sperano davvero, come chi ha pagato quasi $ 390.000 per un video di 50 secondi di Grimes o la persona che ha pagato $ 6,6 milioni per un video di Beeple

guadagnare foto online

E se provassimo a scaricare lo stesso file per cui la persona ha pagato milioni di dollari?

Vabbè, un po’ maleducato, certo. Ma sì, è qui che diventa un po’ imbarazzante. Puoi copiare un file digitale tutte le volte che vuoi, anche la grafica inclusa in un NFT.

Ma gli NFT sono progettati per darti qualcosa che non può essere copiato: la proprietà dell’opera (sebbene l’artista possa ancora mantenere il copyright e i diritti di riproduzione, proprio come con l’opera d’arte fisica).

Per dirla in termini di collezionismo d’arte fisica: chiunque può acquistare una stampa di Monet. Ma solo una persona può possedere l’originale.

Senza nulla togliere a Beeple, ma il video non è proprio un Monet.

Si è vero, solo che l’immagine che Beeple stava vendendo all’asta da Christie’s è finita per 69 milioni di dollari, che, tra l’altro, sono 15 milioni di dollari in più rispetto alle Ninfee di Monet, venduto nel 2014.

Chiunque abbia avuto quel Monet può davvero apprezzarlo come un oggetto fisico. Con l’arte digitale, anche una copia è letteralmente buona come l’originale.

Artisti e acquirenti

Ma quindi cosa significa avere degli NFT? Come faccio a vendere foto NFT?

Dipende davvero dal fatto che tu sia un artista o un acquirente.

Sono un artista

Prima di tutto: sono orgogliosa di te. Ben fatto. Potresti essere interessato agli NFT perché ti danno un modo per vendere foto NFT per i quali altrimenti potrebbe non esserci molto mercato.

Se tu disegnassi degli sticker digitali sarebbe molto più facile venderli come NFT che non provare a venderli sull’app di Telegram.

Inoltre, gli NFT hanno una funzione che ti pagherà una percentuale ogni volta che l’NFT viene venduto o ceduto, assicurandoti che se il tuo lavoro diventa super popolare e aumenta di valore, vedrai alcuni di quei vantaggi.

Sono un acquirente

Uno degli ovvi vantaggi dell’acquisto di opere d’arte è che ti consente di supportare finanziariamente gli artisti che ti piacciono, e questo è vero con gli NFT (che sono molto più trendy degli adesivi di Telegram).

L’acquisto di un NFT di solito ti dà anche alcuni diritti di utilizzo di base, come poter pubblicare l’immagine online o impostarla come immagine del profilo.

Inoltre, ovviamente, ci sono i diritti di vantarti di possedere l’arte, con una voce blockchain per eseguirne il backup.

No, volevo dire che sono un collezionista.

Ah, va bene, sì. Gli NFT possono funzionare come qualsiasi altro asset speculativo, dove lo acquisti e speri che il suo valore aumenti un giorno, per poi rivenderlo con un profitto. 

Quindi ogni NFT è unico?

Nel senso noioso e tecnico che ogni NFT è un token unico sulla blockchain. Ma mentre potrebbe essere come un van Gogh, dove c’è solo una versione reale definitiva, potrebbe anche essere come una carta collezionabile, dove ci sono 50 o centinaia di copie numerate della stessa opera d’arte.

Chi pagherebbe centinaia di migliaia di dollari per ciò che sostanzialmente equivale a una carta collezionabile?

Bene, questo è parte di ciò che rende gli NFT così “disordinati”. Alcune persone li trattano come se fossero il futuro del collezionismo di belle arti (leggi: come un parco giochi per i mega ricchi), e alcune persone le trattano come carte Pokémon (che sono accessibili alle persone normali ma allo stesso tempo sono anche un parco giochi per i mega ricchi). 

Come acquistare NFT?

Ora che sei a conoscenza di cosa sono gli NFT, vediamo come puoi acquistarli. Prima di tutto, ci sono alcuni mercati molto popolari che stanno esplodendo con il volume degli NFT. Uno di questi è OpenSea e l’altro è Rarible.

Diamo un’occhiata a come acquistare un NFT su OpenSea. E’ necessario prima di tutto collegare un portafoglio compatibile con ERC-721 come MetaMask.

Ecco come appare la sezione di navigazione della piattaforma. Come puoi vedere, sul lato sinistro, puoi trovare varie collezioni che di solito sono quelle più di tendenza.

Sotto ogni NFT, puoi vedere quanto tempo c’è prima che l’asta sia completata. Per questo esempio, ho fatto clic sul primo NFT disponibile, quello del Wrapped MoonCat.

Ecco come appare la pagina di acquisto NFT specifica. Hai tutte le informazioni necessarie davanti a te. Ciò include la cronologia dei prezzi (se sono presenti dati di trading), il creatore, una descrizione dell’NFT e le offerte correnti in basso.

Da qui, ci sono due opzioni.

  1. Innanzitutto, puoi acquistare l’NFT direttamente per il suo prezzo di listino. In questo caso, sono 0,9999 ETH.
  2. Se vuoi partecipare all’asta, però, devi “fare un’offerta” utilizzando il pulsante in basso. Se la tua offerta viene accettata, il tuo account verrà addebitato e riceverai l’NFT in cambio dell’ETH.

Conclusioni

Quindi, come sono riusciti gli NFT a ricevere valore? È come chiedersi perché un particolare dipinto ha un valore di 1.000 euro.

Perché dovresti pagare 1.000 euro per un dipinto fisico che potrebbe anche essere contraffatto quando puoi possedere un dipinto digitale di cui sai di essere l’unico proprietario e puoi dimostrarne l’autenticità.

Alla fine, il valore di un NFT dipende da quanti soldi si è disposti a pagare per esso, proprio come con qualsiasi oggetto da collezione.

Il valore non è inerente all’oggetto stesso, ma è piuttosto assegnato da persone che lo ritengono prezioso. 

In conclusione, gli NFT hanno guadagnato molta popolarità e visibilità negli ultimi anni poiché fungono da prova della proprietà e dell’autenticità di oggetti sia digitali che fisici. Inoltre, gli NFT consentono agli utenti di trasferire la proprietà in modo affidabile, eliminando le frodi.

10 Shares:
You May Also Like