Non c’è stile fotografico più antico della fotografia still-life, i lunghi tempi di esposizione che erano richiesti dai primi supporti fotografici erano ideali per fotografare oggetti immobili. Negli anni questo genere ha mantenuto il suo fascino mentre la tecnologia avanzava e permetteva ad altri generi di nascere e di svilupparsi.

Avvicinarsi in modo serio alla fotografia still-life vuol dire anche potersi offrire sul mercato per tutta una serie di attività che la richiedono continuamente come riviste, cataloghi, gallerie d’arte e siti specializzati che sono sempre alla ricerca di fotografi in grado di produrre still-life professionali di gran valore artistico. Vediamo insieme come fare i primi passi in questo genere.

fotografia still-life, tecnica still-life

Per cominciare: rallenta

Un grande vantaggio della fotografia still-life è il fatto che non necessita di grandi studi fotografici o di spazi particolari, è infatti possibile iniziare dedicando un angolo di casa propria a questo genere. Tutto quello di cui hai bisogno per cominciare è un tavolo possibilmente posto vicino a una finestra, un semplice fondale (di cui parleremo più specificamente) a una coppia di lampade, non necessariamente flash o strobo. Non è molto, vero?

Un altro grande vantaggio è che teoricamente ogni variabile della fotografia è in mano a te e contrariamente alla naturalistica e ritrattistica non dovrei inseguire il momento perfetto per fotografare un tramonto o la posa ideale per una modella, il processo creativo è tutto in mano tua e starà a te ricavarne il massimo in termini di soddisfazione e professionalità degli scatti. Controllando ogni particolare della scena dovrai aprire la tua mente alla più sfrenata creatività per realizzare scatti professionali e fuori dagli schemi. Comincia dunque ad affilare la tua creatività e segui questi consigli per cominciare in modo vincente nella fotografia still-life.

Fotografia Still-life: 5 suggerimenti per cominciare alla grande

1. Scegliere il soggetto giusto

Quello che fotograferai dipende completamente da te. Fai un giro per casa e vedi se riesci trovare qualche oggetto interessante con cui cominciare e non pensare che tu debba scegliere frutta o fiori solo perché lo hanno fatto tutti, pensa fuori dagli schemi senza essere troppo ambizioso. Evita le superfici riflettenti come il vetro o il metallo perché sono particolarmente complicate da fotografare e comincia con un singolo oggetto. Quando avrai fatto pratica potrai introdurne altri e confrontare forme, colori, texture per vedere cosa ne può saltare fuori.

fotografia still-life, tecnica still-life

2. Le fonti di luce nella fotografia still-life

L’illuminazione non deve per forza essere costosa e spesso usare le lampade da tavolo che si hanno in casa è già un’ottima soluzione. Puoi anche provare a posizionare tutto il set in una camera in cui disponi di una buona luce naturale e la possibilità di oscurarla all’occorrenza. Le lampade da tavolo, come anche le torce sono molto efficaci e sono facilmente orientabili e manipolabili con semplici schermature di cartoncino. Gioca con la posizione delle fonti di illuminazione, una luce sul retro e sui lati dell’oggetto aggiungono profondità alla composizione. In alternativa puoi acquistare uno dei tanti box casalinghi che trovi su Amazon, molto utili nella fotografia still-life per staccare il soggetto da tutto il resto.

3. Lo sfondo

Il genere la tecnica still-life non ha necessità particolari riguardo all’ambientazione, infatti spesso una parete bianca o un piccolo fondare di cartoncino nero o colorato fanno già la parte dello sfondo, ma la scelta non dovrebbe essere presa sottogamba. Rifletti e pensa a come la tua scelta potrebbe influenzare tutto la scena. Potresti voler un bianco per dare un’idea di maestosità oppure un colore in contrasto con il soggetto oppure ancora un nero per assorbire la luce e restituire un’idea di superficie scura e massiccia.

fotografia still-life, tecnica still-life

4. Composizione

Cruciale per il genere è la composizione e ancora una volta il suggerimento migliore è rallentare. Pensa bene alla regola dei terzi e a come puoi posizionare il soggetto per creare una scena forte. Ci solo solo sfondo e oggetto, per cui varia la posizione e pensa fuori dagli schemi. Dove vuoi condurre l’occhio del pubblico? Utilizzerai gli spazi negativi o vuoi riempire il fotogramma? Puoi mettere il soggetto in contrasto o è meglio tenere una certa coerenza?

5. Ispirazione

Come per ogni altro tipo di fotografia tu non sei il primo che la fa e non sarai l’ultimo, per cui cerca le immagini dei maestri del genere. I quadri del rinascimento sono i capolavori di riferimento e sono ottimi per studiare la luce, la posizione degli oggetti nello spazio e l’utilizzo dello stesso. Ti aiuteranno a capire come le forme, le ombre e i colori lavorino insieme e probabilmente ti faranno anche venire qualche buona idea per una fotografia still-life da professionisti. Se vuoi ispirarti prova a dare un’occhiata a Michele Gastl e Martin Klimas.

fotografia still-life, tecnica still-life

In conclusione

Oltre a questi consigli sugli scatti in sé, ricorda che molto lo imparerai dai tuoi errori e che saranno questi che ti faranno diventare un buon fotografo di genere. Cerca sempre di usare soggetti che ti comunichino qualcosa e cerca di tu stesso di far parlare le tue fotografie.

Includi nel processo una post produzione che non sia stressante per te, ma che sia invece semplice e non pesante. Se ti ritrovi a tagliare e modificare molto ogni tuo scatto, forse non sono stati realizzati al meglio, cerca di capire come migliorarti. Le modifiche che effettui al computer dovrebbero rendere perfetto un ottimo scatto. Vedrai che col tempo svilupperai un tuo stile e il workflow attraverso ogni passaggio sarà semplice e ti permetterà di realizzare still-life da professionisti.

10 Shares:
You May Also Like