I vincitori della categoria professionisti dei Sony World Photography Awards 2020 (tredicesima edizione) sono stati annunciati. L’uruguaiano Pablo Albarenga vince il premio di fotografo dell’anno grazie al suo lavoro “Seeds of Resistance”, una serie di fotografie che mettono in luce i pericoli derivanti dalle attività di deforestazione in sud America.

Sony World Photography Awards – Fotografo dell’anno

Seeds of Resistance combina scatti aerei dei paesaggi messi a rischio a causa del commercio e delle attività minerarie con i ritratti degli attivisti che combattono per la loro salvaguardia. Il progetto esplora quindi non solo i territori dell’America latina ma anche il ruolo delle persone che le abitano da decine di generazioni.

PABLO ALBARENGA – 1
PABLO ALBARENGA – 2
PABLO ALBARENGA – 3

Oltre al Photographer of the Year e ai migliori classificati delle dieci categorie Professional, sono stati rivelati anche i vincitori dei concorsi Open, Student e Youth.

Vincitore – Categoria Open

La categoria Open celebra la potenza delle singole immagini e il vincitore di quest’anno è Tom Oldham con il suo ritratto di Black Francis, frontman della rock band Pixies. La foto, che potete vedere in basso, era già stata annunciata come vincitrice della categoria “Ritratti” ad Aprile, quando sono stati rivelati i vari vincitori delle singole categorie della competizione “Open” aperta sia a professionisti che a fotografi amatoriali.

Tom Oldham

Sony World Photography Awards – Vincitore Categoria Student

Ioanna Sakellaraki, in rappresentanza della Royal College of Art, ha trionfato nella competizione dedicata agli studenti con la sua serie “Aeiforia” in cui affronta il tema della sostenibilità attraverso una serie di fotografie notturne di pannelli solari, pale eoliche e altre strutture legate alla generazione di energia nell’isola greca di Tilos.

Ioanna Sakellaraki

Sony World Photography Awards – Vincitore Categoria Giovani

Il primo premio per la categoria giovani è stato assegnato al diciannovenne fotografo taiwanese Hsien-Pang Hsieh grazie alla sua immagine intitolata “Hurry” (fretta), in cui appare un artista di strada che sembra camminare velocemente ma nella realtà dei fatti è immobile.

Hsien-Pang Hsieh

Vi invitiamo a dare un’occhiata a tutte le foto premiate come vincitrici nelle varie categorie Professional che, mai come quest’anno, hanno catturato gli elementi turbolenti che caratterizzano i nostri tempi tra cui guerrieri indigeni, pangolini trafficati illegalmente, dottori impegnati nella lotta all’Ebola e così via.

Imparare dai migliori

Il 2020 ci sta dimostrando che per scattare una bella fotografia non occorre necessariamente avventurarsi in luoghi remoti e selvaggi o avere davanti un animale esotico. Importanti premi fotografici sono stati assegnati quest’anno a fotografie scattate in luoghi che frequentiamo tutti i giorni oppure in location non troppo lontane da dove viviamo. Per realizzare scatti degni di nota servono però pazienza, impegno e consapevolezza.

Proprio questo scopo WeShoot ha lanciato la propria accademia fotografica, una piattaforma su cui potrai trovare centinaia di lezioni online, materiali didattici sempre nuovi e gruppi dove poter discutere e condividere i tuoi lavori.

Se sei innamorato della fotografia e vuoi migliorare imparando dai fotografi più bravi, ti aspettiamo nell’accademia!

12 Shares:
You May Also Like