La primavera bussa alle porte, ti ritrovi con la tua reflex tra le mani e con l’entusiasmo che ti pervade al pensiero di uscire a testarla. Giorni o settimane, forse, poi d’un tratto l’eccitazione iniziale pare calare. Come mai?

Forse perché frastornato dal risultato finale o solo dalla constatazione che si trovi lontano da quello che ti aspettavi? Potreste aver speso ore ed ore all’università, in ufficio o in casa, alla ricerca di quel dettaglio che possa esaudire il tuo desiderio di rendere le tue foto speciali. Purtroppo, nonostante tutti gli sforzi seminati, vi ritroverete in fase di raccolta con un rovinoso e frustrante pugno di mosche tra le mani. Ma se è vero che “non tutti i mali vengono per nuocere”, vi chiediamo di tenere a mente questa citazione di Stella Adler, contenuta in “The Art of Acting”:

“Potrai solo fallire se non imparerai dal fallimento”

10 errori più comuni commessi mentre fotografi. Come imparare a riconoscerli e ad aggirarli. Partiamo.

1) Errato bilanciamento del bianco

Il primo, principale e fatale dei 10 errori più comuni commessi mentre fotografi riguarda l’errata impostazione del bilanciamento del bianco. I nostri occhi riescono a captare il bianco sempre ed ovunque, in qualsiasi condizione d’illuminazione. Lo stesso non si può dire della fotocamera, che ha bisogno di essere guidata affinché riconosca la fonte di luce della scena attuale che siete in procinto di fotografare. Ad esempio: state riprendendo alla luce del giorno, se impostate la fotocamera sul bilanciamento del bianco nuvoloso, la scena avrà delle sfumature arancioni. Contrariamente, se state riprendendo in condizioni di luce torbida, impostando il bilanciamento del bianco dalla fotocamera  su luce del giorno, si avranno delle sfumature blu. La soluzione? Ne abbiamo 2: o impostate correttamente il bilanciamento del bianco o scattate in RAW, in questo modo sarà possibile intervenire sul bilanciamento anche in fase di post produzione.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, bilanciamento del bianco

2) Sovraesposizione

Ricordate che la gamma dinamica del vostro occhio è molto più grande di quella della fotocamera. La gamma dinamica, come saprete, è il rapporto tra gli elementi luminosi e gli elementi scuri che intervengono nella scena. Il secondo dei 10 errori più comuni commessi mentre fotografi apre la vostra mente alla sovraesposizione. Vediamo come procedervi. Considerate i dettagli: il vostro occhio li catturerebbe sia nelle regioni più chiare che in quelle scure, ma la fotocamera non sarebbe certo in grado di registrare tale elementi. In qualità di fotografi, è dunque vostro compito regolare l’esposizione, rendendola gradevole al punto giusto agli occhi dello spettatore. L’occhio umano risulta di gran lunga più sensibile di fronte a luci ed ombre. Aree sovraesposte (patch bianco in una fotografia) sono inaccettabili ai nostri occhi rispetto alle ombre sottoesposte (macchie nere). Rimediate a questo problema evitando la sovraesposizione, tutte le DSLR sono dotate di un indicatore lampeggiante che mostra le regioni sovraesposte nella vostra fotografia sul monitor LCD durante la riproduzione delle immagini.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, bilanciamento del bianco, sovraesposizione

3) Soggetto al centro

Forse è un classico tra i 10 errori più comuni commessi mentre fotografi, nonché la buccia di banana che fa scivolare il fotografo principiante. Ma, mantenere il soggetto nel centro della cornice,  oltre ad essere un tendenza smaniosa, produce una composizione statica noiosa. L’occhio dello spettatore non ha via di evasione, il punto di fuga punta dritto al centro, restandovi impantanato, come bloccato. Vi suggeriamo di utilizzare la Regola dei Terzi e di tenere il soggetto fuori dal centro della cornice: un soggetto decentrato rende la fotografia dinamica e uno spazio negativo irregolare suscita interesse.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, bilanciamento del bianco, sovraesposizione

4) Cattiva messa a fuoco 

Tralasciamo per un attimo la tecnica, non importa quanta ce ne sia in una vostra fotografia, ciò che conta è non sottovalutare mai la messa a fuoco. Guai se non si rivela abbastanza netta, la fotografia sarebbe compromessa, non funzionando. Il soggetto di principale interesse dev’essere perfettamente a fuoco, altrimenti si rischia di mandare in confusione lo spettatore, distraendolo, negandogli di restare concentrato sulla foto. Soluzione: assicuratevi di controllare la messa a fuoco con lo zoom sul soggetto dopo aver scattato la fotografia. Accertatevi che ci sia abbastanza luce o contrasto tra il soggetto e lo sfondo, in questo modo l’autofocus sarà in grado di bloccare la messa a fuoco correttamente. Se state facendo un ritratto, mettete a fuoco sugli occhi della persona (o un uccello, un mammifero), poiché lo spettatore ha necessità di stabilire un contatto visivo.

5) L’importanza dello spazio

Il quinto dei 10 errori più comuni commessi mentre fotografi è quello di riempire l’immagine con il vostro soggetto preferito così da farlo apparire grande nella foto. Sbagliato! In questo modo, il soggetto risulterà come schiacciato, soffocato, poiché abbiamo limitato lo spazio vitale entro il quale esso dovrebbe muoversi. La Regola dei Terzi è la migliore soluzione per ricavare lo spazio necessario attorno al soggetto. Pensate al bordo dell’immagine come una scatola nascosta dove non c’è ventilazione, non vorrete mica soffocare il tuo soggetto preferito!

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, composizione

6) Curate lo sfondo

Siamo giunti al più diffuso tra i 10 errori più comuni commessi mentre fotografi: dimenticarsi di curare lo sfondo. Vi starete chiedendo perché. Di solito, si tende a fotografare il momento in cui si vede qualcosa di bello o di interessante. La verità è che non sempre il “Carpe Diem” è applicabile. Avete prestato abbastanza attenzione allo sfondo? Probabilmente no. Siete così sopraffatti dal soggetto che non c’è modo di notare nulla attorno. Uno sfondo ingombrante o assente, sono i primi responsabili di una fotografia mal riuscita. Soluzione: la vera fotografia inizia dopo la scelta del soggetto. Una volta fatto questo, non pensarci più. Prestate attenzione al resto della scena, piuttosto, includete solo quelle cose che completano e arricchiscono il soggetto ed escludete ogni altra cosa. Lo sfondo costruisce l’immagine. Uno sfondo pulito costruisce l’immagine. Uno sfondo pulito mette in evidenza il soggetto, il primo ad essere messo a fuoco dallo spettatore.

Un orizzonte bieco disorienta lo spettatore che si trova davanti ad un vostro scatto. Esso indica che i soggetti verticali sono perpendicolari al suolo. Una persona, una costruzione, un uccello o un albero inclinato su un lato sono vulnerabili a cadere ( a meno che non lo siano nella realtà). Soluzione: gran parte delle fotocamere consente di attivare tramite Live View un orizzonte elettronico, che vi aiuterà a sapere quando la fotocamera è dritta, sia in posizione verticale che in posizione orizzontale. Oppure potrete rimediare regolandovi con i punti di messa a fuoco che delimitano mirino della reflex.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, profondità di campo, orizzonte

8) Mancanza di profondità

Ricordate che la fotografia è bidimensionale, ma tutto ciò che noi vediamo ha una visione tridimensionale. Questo significa che l’errore in cui spesso inciampa un fotografo è non tener conto della profondità, insita nella fotografia.  Esistono molti modi per creare profondità: includere un soggetto in primo piano, utilizzare le linee principali, cambiare il punto di vista, ecc. Ma la cosa più importante da ricordare è che la fotografia, ritornando a quello che dicevamo all’inizio, è bidimensionale.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, profondità di campo

9) Selezionate il giusto

Il di tutto un po’ non è corroborante in fotografia e, allora, tentare di riempire un’immagine di dettagli eccessivi è un grave errore. A tutto c’è rimedio, basta solo chiedersi quale dettaglio è importante a tal punto da essere selezionato e messo in risalto col resto della scena. Esercitatevi.

10) Imparate a dosare la luce

In fotografia tutto si basa sulla luce. Ma la luce ha una sua qualità e direzione. La luce è d’oro: generalmente si tende a fotografare o nelle ore di maggiore luce o qualche ora prima o dopo l’alba e il tramonto, quando la luce dà il meglio. Molti fotografi non sembrano inclini a considerare qualità e direzione della luce, cadendo nel decimo dei 10 errori più comuni commessi mentre fotografi. Ma da essa dovremmo solo imparare.

10 errori più comuni commessi mentre fotografi, profondità di campo, luce

Ora andate avanti, voltandovi indietro -fino a tornare sui 10 errori più comuni commessi mentre fotografi– e correggetevi. Prendete il controllo su di loro, domateli. Godetevi lo spettacolo della vostra crescita.

Ehi, aspetta un attimo! Non rischiare di commettere anche un undicesimo errore!

Scarica subito la guida gratuita con 5 lezioni che ti faranno migliorare le tue foto da subito!LibroFID

   VOGLIO ORA LA MIA GUIDA

0 Shares:
You May Also Like